Tag Archives: 1968

Teorema

Teorema regia di Pier Paolo Pasolini, 1968

L’anello di Re Salomone di Konrad Lorenz
Elementi nelle costruzioni civili
Oeuvres-Opere di Arthur Rimbaud
Racconti e novelle (1852-1886) di Lev Tolstoj

Vediamo nelle prime scene Lucia (Silvana Mangano), mentre legge il libro di Lorenz.

Teorema- 07

In una scena successiva vediamo l’ospite (Terence Stamp), mentre legge il libro di Rimbaud dopo aver abbandonato quello di ingegneria.

Teorema- 08

Teorema- 11

Teorema- 13

Il libro di Rimbaud verrà trovato sul pavimento e posato su uno sgabello da Lucia.

Teorema- 16

Teorema- 19

Vedremo poi l’ospite e Pietro (Andrès José Cruz Soublette), seduti sul letto mentre sfogliano un libro del pittore Francis Bacon.

Teorema- 20

Teorema- 21

Teorema- 31

In una inquadratura nella camera del capofamiglia Paolo (Massimo Girotti), viene messo in evidenza il libro di Novelle di Tolstoj. All’ingresso di Pietro il padre leggerà

. . . ma anche in questa sgradevole situazione Ivan Ilich trovò conforto, veniva sempre a fare le pulizie Gerasim, Gerasim era un giovane contadino pulito, fresco . . .

Teorema- 42

Teorema- 44

Teorema- 45

Paolo chiederà all’ospite, mentre sono in giardino, cosa sta leggendo e lui inizierà:

. . . Egli apparteneva alla propria vita: e il turno di bontà avrebbe messo più tempo a riprodursi che una stella. L’Adorabile che, senza che io l’avessi mai sperato, era venuto, non è ritornato, e non tornerà mai più . . .

Teorema- 48

Teorema- 50

Teorema- 49

Sentiremo poi una voce fuori campo leggere passi tratti dal libro del profeta Geremia:

Mi hai sedotto, Dio, e io mi sono lasciato sedurre, mi hai violentato e hai prevalso. Sono divenuto oggetto di scherno ogni giorno, ognuno si fa beffe di me. Si, io sentivo la calunnia di molti.  «Terrore all’intorno! Denunciàtelo e lo denunceremo». Tutti i miei amici spiavano la mia caduta:
«Forse si lascerà sedurre, così noi prevarremo su di lui e ci prenderemo la nostra vendetta su di lui».

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Di  Arthur Rimbaud era già apparso un libro di poesie nel film:

Giovane e bella

Numerosi libri di Lev Tolstoj erano già elencati in Librineifilm ma non Racconti e novelle (1852-1886)

—————————————————————————————————————————

Baci rubati

Baci rubati regia di François Truffaut, 1968

Le Lys dans la vallée [Il giglio della valle] di Honoré de Balzac
La sirène du Mississippi [Vertigine senza fine] di William Irish alias Cornell Woolrich

Antoine Doinel (Jean-Pierre Léaud), il protagonista, mentre è in cella sta leggendo il libro di Balzac.

In altre scene del film vediamo sempre Antoine con il libro di Woolrich

Anche la sua ‘fidanzata’ Christine Darbon (Claude Jade) prenderà in mano il libro

Antoine avrà poi una storia con la signora Tabard (Delphine Seyrig), la quale leggerà anche lei il libro di Balzac e in un loro incontro lei dirà a Antoine:

. . .  ho letto ‘Il giglio della valle’, ma dimentica una cosa, Madame de Mortsauf amava Félix de Vandenesse e non è una bella storia d’amore. E’ una storia assai penosa perchè alla fine lei è morta per non aver potuto mai fare all’amore con lui e poi non sono affatto un’apparizione …


 

Rosemary’s Baby

Rosemary’s Baby regia di Roman Polanski, 1968

♦ Yes I Can: The Story of Sammy Davis, Jr. di Sammy Davis
♦ Picture cook book di Mary Hamman
♦ Country flavor cookbook di Haydn Sanborn Pearson
♦ All of them witches
♦ Sexual Behavior in the Human Male di Alfred Charles Kinsey
♦ Sexual Behavior in the Human Female di Alfred Charles Kinsey
♦ Listening with the third ear: the inner experience of a psychoanalyst di Theodor Reik
♦ Witchcraft
di Stella Lauden

Vediamo all’inizio del film Guy Woodhouse (John Cassavetes) a letto e dietro di lui, sul ripiano un libro ma non è riconoscibile.

Rosemary (Mia Farrow), dopo aver messo un disco si mette sul divano a leggere il libro su Sammy Davis.

In più occasioni durante il film si vedono i libri di cucina.

Rosemary è a letto con un libro quando riceve una telefonata dal dottor Edward Hutchins (Maurice Evans), ma il libro non è riconoscibile.

Al funerale di Hutch Grace (Hanna Landy), consegna a Rosemary un pacchetto contenente un libro che Hutch le voleva far avere.

Rosemary aprirà il pacchetto nel suo appartamento e si cedranno varie inquadrature selle pagine del libro.

Rosemary mostrerà il libro al marito Guy.

Il marito poi lo metterà nella libreria e si vedranno in evidenza, oltre al libro su Sammy Davis  i due libri dei rapporti Kinsey.

Rosemary andrà poi in libreria a cercare libri sulla stregoneria, ne acquisterà un paio, e ad uno di essi saranno dedicate varie inquadrature.

Rosemary mostrerà il libro Witchcraft anche al dottor Hill (Charles Grodin), cercando invano di ottenere la sua comprensione.


 

La pecora nera

La pecora nera regia di Luciano Salce, 1968

I pensieri di Mao di Mao Tse-tung

Su una terrazza di Roma, con splendida vista sui fori, Kitty(Adrienne Larussa), l’esuberante nipotina dei gemelli Giulio e Filippo (interpretati da Vittorio Gassman), conosce Fabrizio, il figlio del Comm. Mannocchi,  con lui ha il seguente dialogo:

K.  … e tu che fai?
F.  Vivo, e contesto il sistema.
K.  E come lo contesti?
F.  Con questo. (dice tirando fuori il libretto rosso edizione a cura di Marco Rostagno)
K.  Chi è lui?
F.  E’ l’apostolo giallo …