About

Spread the love

Talvolta, volontariamente o meno, nelle inquadrature cinematografiche si riescono ad intravedere libri, a volte in maniera evidente, a volte solo di sfuggita.
Si tratta di libri che vengono presi in mano o che sono letti dai personaggi, libri che si vedono abbandonati su tavoli o sono in bella vista su comodini, oppure libri che magari non si vedono ma vengono citati dai personaggi del film.

Si tratta comunque di libri che in un modo o nell’altro entrano a far parte del film e che non vengono citati  nei titoli di coda.

Non voglio credere che la loro presenza sia semplicemente dettata dal caso, ma ritengo che in qualche modo la loro presenza sulla scena oltre a “connotare la formazione del regista” li renda partecipi della storia.

Cercherò di pubblicare con periodicità, per ogni film, i libri che riuscirò a individuare durante le visioni.

Sono graditi eventuali suggerimenti e segnalazioni.

Contatti:

Email
F_icon.svgPinterest-iconTwitter_logo_blue

 

 

Dicono di Librineifilm:

Mind the book (Sweden)

Una fragola al giorno

Sonečka ovvero della passione per i libri  

Libri nei film: nulla è messo a caso, sul set

Salinger e Dostoevskij i più letti nei film. Ecco il sito che svela i libri che appaiono al cinema

 

 

E’ disponibile e liberamente scaricabile in formato pdf l’Annuario di librineifilm relativo all’anno 2011 saranno in futuro disponibili anche per gli anni successivi.

Scarica annuario 2011

 

40 comments

  1. L’impresa sta diventando titanica,
    se hai voglia di collaborare realizzando i post anzichè suggerire i film sei ben accetto.
    Credo che lo schema non abbia bisogno di molti commenti, visto che comunque con la qualifica (per il momento) di collaboratore la pubblicazione rimane a mia ‘discrezione’.
    Se non te la senti di accettare no problem terrò sempre in considerazione le segnalazioni e ti menzionerò al momento della pubblicazione del post.

    Grazie per adesso
    mauro

    Grazie, ma non sono in grado. Tuttavia mi dica come fare per farle avere qualche screenshot.In questi commenti non posso inserire immagini. Grazie

  2. Ancora 2 segnalazioni: 84 Charing Cross Road & L’attimo fuggente.Due film che hanno nel loro titoli il senso di “libreria nel film” e “poesia del film” Auguri. Carlo Cattaneo

      1. Complimenti!
        Due segnalazioni: Effetto notte – C’è il film, ma non i libri.
        Camera con vista: da fare, è pieno di libri. A Firenze tutti leggono un Baedeker. Nella valigia da Firenze a Gran Bretagna tanti libri. Nelle 4 case sempre in vista le biblioteche. Libri letti,descritti, aperti da quasi tutti i personaggi.Complimenti ancora. Carlo Cattaneo

        1. Grazie dei complimenti e della segnalazione di “Camera con visra”.
          Per quanto riguarda “Effetto notte” ho corretto il link presente nell’elenco film

    1. Non sono molto interessato al Liebster Blog Award!,
      non ho voglia di rispondere alle domande poste dal blog stesso,
      non ho voglia di scrivere undici cose su di me,
      non ho voglia di premiare, a mia volta, undici blog con meno di 200 followers,
      non ho voglia di formulare altre undici domande a cui gli altri blogger dovranno rispondere e neppure di informare i blogger del premio assegnato.
      Comunque grazie!

  3. Complimenti per il blog … è bellissimo! Per me che sono appassionato sia di cinema che di letteratura è uno spasso trovare tante citazioni e riferimenti!
    Non sono ancora riuscito a leggere tutti i post …. Forse c’è già I ragazzi della 56ª strada/The Outsiders (Francis Ford Coppola, 1983) dove il protagonista legge Via col vento?
    Se vuoi ti mando lo screenshot.

  4. bellissimo questo blog, spero di poterti segnalarti qualcosa, intanto ti seguo. complimenti propria una bellissima idea, oltre ai libri ho visto 2/3 molto interessanti che dovrei rivedere:)

    1. Grazie dei complimenti.
      Avrei ancora molti post da pubblicare, ma il reperimento degli screenshot richiede un po’ di tempo.
      Comunque ogni segnalazione è ben accetta.

  5. Salve! Nel film “La terrazza” (Ettore Scola, 1980) Stefania Sandrelli sfoglia una copia di “La linea d’ombra” di Joseph Conrad (all’incirca verso il minuto 120). Se serve posso spedire uno screenshot.

  6. Complimenti!!!! Un idea veramente originale.
    Non so se può interessare c’è uno spezzone del film “Habemus Papam” dove Nanni Moretti legge un brano della Bibbia.
    Poi la scena mitica tratta da Sogni d’oro di Nanni Moretti dove Freud che vende i suoi libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.