Tag Archives: 1978

Sinfonia d’autunno

Sinfonia d’autunno regia di Ingmar Bergman, 1978

Sciocchezze di Adam Kretzinsky

Viktor (Halvar Björk), all’inizio del film prende dalla libreria il primo libro scritto dalla moglie Eva (Liv Ullmann), e inizia a leggerne alcuni passi:

… E’ assolutamente necessario imparare a vivere, io ci provo ogni giorno e non è una cosa facile, quando ancora non sai bene chi sei. Mi darei senza paura, se qualcuno mi amasse veramente, perché troverei il coraggio di guardare dentro me stessa, non credo però che tutto questo mi possa accadere, è soltanto una possibilità lontana. …

Charlotte (Ingrid Bergman), mentre è a letto dice alla figlia che sta leggendo un giallo non affatto male di Adam Kretzinsky, autore inesistente che Charlotte dice di aver conosciuto a Madrid. Rimasta sola ne leggerà un frammento:

… gli offrì il meraviglioso fiore rosso della sua verginità, muta e fiera ma lui l’accettò senza mostrare alcun entusiasmo …


Questo è il primo film presente in Librineifilm di Ingmar Bergman

[segnalato da Tommaso Jardella]


Assassinio sul Nilo

Assassinio sul Nilo regia di John Guillermin, 1978

Il Capitale di Karl Marx
Passione sotto l’albero di cachi di Salomè Otterbourne

Nella serata danzante vediamo James Ferguson (Jon Finch), che su una sedia sta leggendo un libro, quando viene avvicinato dal Dr. Ludwig Bessner (Jack Warden), che gli chiede se la sedia vicina è libera replica a questo mondo niente è libero e alla domanda se sta leggendo “Il Capitale” risponde che non viaggia mai senza.

Sul battello la giovane ereditiera Linnet Ridgeway Doyle (Lois Chiles), e la scrittrice Salomè Otterbourne (Angela Lansbury), e mentre tira fuori dalla borsa un volume dice che è stata fraintesa nel suo libro “Passione sotto l’albero di cachi“. La giovane sfogliandolo ironicamente dirà che gradisce essere paragonata ad una ninfomane babbuina e getterà il libro in acqua.


Sia i libri che il regista sono delle new entry in Librineifilm.
Ovviamente il libro di Salomè Otterbourne è inesistente.


L’amore fugge

L’amore fugge regia di François Truffaut, 1978

L’ombre du fugitif di Christopher Bray
Est-ce que tu m’aimes ? di Ronald David Laing
Les salades de l’amour di Antoine Doinel
 La Recherche de l’Absolu [La ricerca dell’assoluto] di Honoré de Balzac
Doble dos di Gonzalo Suarez
Histoire De La Litterature Enfantine En France di François Caradec

Vediamo Colette (Marie-France Pisier), che nella libreria di Xavier (Daniel Mesguich), ha in mano prima il libro di Bray poi quello di Laing e poi avrà in mano quello di Doinel.

Colette prende il treno e nel vagone letto si metterà a leggere il libro di Doinel.

Nel film si vede anche un frammento del film I 400 colpi con Antoine Doinel (Jean-Pierre Léaud), mentre legge il libro di Balzac.

Per finire, vediamo nella vetrina della libreria di Xavier alcuni libri, è possibile riconoscere quello di Suarez e quello di Caradec.


I libri menzionati sono delle new entry in Librineifilm, all’infuori del libro di Balzac.

Di François Truffaut avevo già inserito i film Effetto notte, Jules e Jim, Fahreneit 451, Non drammatizziamo… è solo questione di corna,  Baci rubati  I 400 colpi


Violette Nozière

Violette Nozière regia di Claude Chabrol, 1978

Le soulier de satin [La scarpina di raso] di Paul Claudel

Nelle scene iniziali del film vediamo l’interno di un bistrot parigino,in una discussione politica animata un giovane arrogante strappa di mano un libro ad un cliente e dopo averne letto il titolo lo butta sul tavolo (il libro non è riconoscibile).

Sempre nell’interno del bistrot vediamo Violette (Isabelle Huppert), che va a sedersi al tavolo dove il giovane arrogante, Jean Dabin (Jean-François Garreaud) sta leggendo un libro lei gli chiede di cosa si tratta e lui le risponde che è ‘Le soulier de satin‘.