Tag Archives: Joseph Conrad

Matilda 6 mitica

Matilda 6 mitica regia di Danny DeVito, 1996

♦ The Pickwick Papers [Il circolo Pickwick] di Charles Dickens
Lorna Doone di Richard Doddridge
The Adventures of Tom Sawyer [Le avventure di Tom Sawyer] di Mark Twain
For Whom the Bell Tolls [Per chi suona la campana] di Ernest Hemingway
Kim di Rudyard Kipling
Lord Jim di Joseph Conrad
Sonnets di William Shakespeare
From Here to Eternity [Da qui all’eternità] di James Jones
Ivanhoe di Walter Scott
The Catcher in the Rye [Il giovane Holden] di J. D. Salinger
Oliver Twist di Charles Dickens
Moby Dick di Herman Melville
♦ The Wind in the Willows [Il vento tra i salici] di Kenneth Grahame

Molti libri si vedono sul carretto che usa Matilda (Mara Wilson), per portarsi i libri a casa dalla biblioteca, altri sono riconoscibili fra quelli disposti sul pavimento della sua camera.

Matilda6Mitica_Logo05

Matilda6Mitica_Logo02

Matilda6Mitica_Logo03

Matilda6Mitica_Logo10

Matilda6Mitica_Logo14

Mentre il padre, la madre e il fratello guardano programmi demenziali alla televisione Matilda legge Moby Dice che il padre gli toglierà di mano e ne strapperà anche le pagine.

Matilda6Mitica_Logo18

Matilda6Mitica_Logo21

Quando la maestra Honey (Embeth Davidtz), va a trovare la famiglia Wormwood andandosene lascerà il libro di GrahameMatilda6Mitica_Logo24Nella scena finale vedremo Matilda che leggerà insieme alla signorina Honey Moby Dick .

Matilda6Mitica_Logo30


Il regista era già apparso con il film Duplex – Un appartamento per tre. 

 

Per quanto riguarda i libri possiamo dire che Lorna DooneKim  e Da qui all’eternità sono alla prima apparizione in Librineifilm come ovviamente i loro autori, mentre Il circolo Pickwick, Oliver Twist, Per chi suona la campana sono delle new entry in Librineifilm ma loro autori erano già presenti con almeno un libro.
Lord Jim, Il vento tra i salici e Ivanhoe, sono alla seconda presenza, Le avventure di Tom Sawyer e I sonetti di Shakespeare, sono alla terza presenza, Moby Dick invece raggiunge le cinque presenze, ma Il giovane Holden primeggia con otto presenze.


Scoprendo Forrester

Scoprendo Forrester regia di Gus Van Sant, 2000

♦ Journey to the Center of the Earth [Viaggio al centro della terra] di Jules Verne
After the banquet [Dopo il banchetto] di Yukio Mishima
The sound of waves [La voce delle onde] di Yukio Mishima
The temple of Dawn [Il tempio dell’alba] di Yukio Mishima
The sailor who fell from Grace with the sea [Il sapore della gloria] di Yukio Mishima
The Portable Chekhov di Anton Chekhov
♦ Philosophical Fragments [Briciole filosofiche] di Søren Kierkegaard
Fear and trembling [Timore e tremore] di Søren Kierkegaard
The Sickness Unto Death [La malattia mortale] di Søren Kierkegaard
♦ Marquis De Sade: Selections from His Writings and a Study di Simone De Beauvoir
♦ A Portrait of the Artist as a Young Man [Dedalus] di James Joyce
Sometimes a Great Notion di Ken Kesey
Finnegans Wake [La veglia di Finnegan] di James Joyce
The illustrated man [L’uomo illustrato] di Ray Bradbury
Fool for Love [Pazzo d’amore] di Sam Shepard
Discourse on Method and Meditations di René Descartes
Sometimes a Great Notion di Ken Kesey
♦ Selected poems di T.S. Eliot
Lord Jim di Joseph Conrad
♦ La Divina Commedia di Dante Alighieri
Avalon landing di William Forrester

Nelle prime immagini del film la camera si sofferma su uno scaffale di libri indugiando sulle costole e offrendoci la possibilità di riconoscerli tutti, lasciandoci però il dubbio su dove si trovi tale libreria, dubbio che si scioglierà durante la visione del film.

Nella classe di Jamal (Rob Brown), la professoressa di letteratura parla di Poe e della sua poesia Il Corvo,

In una notte tetra e senza lumi meditavo sopra strani volumi ……

Quando Jamal si introduce nell’appartamento di Forrester (Sean Connery), vediamo l’inquadratura scorrere su molti volumi, alcuni erano già entrati in scena all’inizio del film.

 

Quando Jamal si presenta in visita alla Mailor-Callow (una scuola privata), assistendo ad una lezione il professore chiede agli studenti come compito di leggere il romanzo di William Forrester.

 

Jamal facendo proprio il consiglio di William farà a Claire (Anna Paquin), come regalo inaspettato in un momento inaspettato una copia autografata del libro Avalon Landing, ovviamente il libro e anche lo scrittore sono inesistenti


Di Gus Van Sant era già apparso in Librineifilm con il film Will Hunting – Genio ribelle, mentre per quanto riguarda i libri: La divina commedia è alla terza apparizione e Selected poems di T.S. Eliot è alla seconda apparizione in Librineifilm


Ciliegine

Ciliegine regia di Laura Morante, 2012

Lo spleen di Parigi di Charles Baudelaire
La Belle Et La Bête [La bella e la Bestia] di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, Anne Romby
Le délire et les rêves dans la Gradiva de W. Jensen [Delirio e sogni nella “Gradiva” di Jensen] di Sigmund Freud
Racconti di mare e di costa di Joseph Conrad

 

Vediamo Amanda (Laura Morante), che con un libro in mano informa per telefono Antoine (Pascal Elbé), che si tratta de Lo Spleen di Parigi del 1872.

Poi vediamo Noemi mentre in casa di Amanda legge a voce alta La Bella e La Bestia.

 … no mia cara bestia voi non morirete, disse la bella, voi vivrete per diventare mio sposo. Da questo momento io vi do la mia mano e vi giuro che non sarò ad altri che vostra. Ahimè io credevo di aver per voi solo dell’amicizia, ma il dolore che provo mi fa capire che non più potrei vivere senza vedervi…

Quando all’improvviso Florence (Isabelle Carré), si rende conto, in piena notte, di un equivoco alla base dell’incontro fra la sua amica Amanda e Antoine, vorrebbe telefonare all’amica ma il marito la ferma e le suggerisce un’esperimento che, dice prendendo il libro di Freud, se riesce oscurerà Gradiva.

Vediamo poi Amanda mentre legge ad Antoine alcuni passi tratti dal libro di Conrad.

… Era davvero un giardino magnifico, morbidi tappeti verdi e uno sgargiante dedalo di aiuole fiorite nello sfondo, disposte intorno all’acqua cupa di una vasca orlata di marmo. In distanza masse di fogliame di alberi svariati a nascondere i tetti delle case vicine, dove le lunghe ombre cadevano placide sulle aiuole e nei recessi ombreggiati, i colori ammassati dei fiori avevano una stupefacente magnificenza.


 

La terrazza

La terrazza regia di Ettore Scola, 1980

La linea d’ombra di Joseph Conrad

In una delle scene iniziali del film, Emanuela (Milena Vukotic), nello studio del marito Enrico (Jean-Louis Trintignant), uno sceneggitore  in cerca dell’ispirazione per un film comico, mostra un libro, non individuato, che era appoggiato sulla scrivania.

Mario (Vittorio Gassman), il politico del Partito Comunista, incontra Giovanna (Stefania Sandrelli), in un bar dove le consegna il libro di Conrad e lei prendendolo dice: “… Leggerò anche questo …”

film segnalato da Giacomo