Tag Archives: Adrian Lyne

Allucinazione perversa

Allucinazione perversa regia di Adrian Lyne, 1990

The stranger [Lo straniero] di Albert Camus
The Savage God di Al Alvarez
A witches bible: The sabbat di  Janet Farrar e Stewart Farrar
Mr. Baruch di Margaret L. Coit
♦ Divine Comedy [La divina commedia] di Dante Alighieri

In un vuoto e squallido scompartimento di metropolitana Jacob Singer (Tim Robbins), si sveglia dopo un incubo e possiamo vedere che tiene in mano il libro di Camus.

AllucinazionePerversa-03

AllucinazionePerversa-01  AllucinazionePerversa-05

Vediamo sul comodino di Jacob fra i libri inquadrati è riconoscibile il libro di Al Alvarez.

AllucinazionePerversa-13

In un momento successivo assistiamo ad una carrellata su libri che hanno come argomento il soprannaturale e infine vediamo Jacob che sfoglia la Divina Commedia e si sofferma sulle illustrazioni di Dorè.

AllucinazionePerversa-14

AllucinazionePerversa-16

AllucinazionePerversa-18

AllucinazionePerversa-20

AllucinazionePerversa-21

AllucinazionePerversa-22

AllucinazionePerversa-23

AllucinazionePerversa-24

AllucinazionePerversa-25

AllucinazionePerversa-26

Cercando il numero di telefono dell’avvocato, rivedremo il libro di Camus in un cassetto della scrivanie e sulla scrivania il libro di storia di Coit.

AllucinazionePerversa-28

AllucinazionePerversa-29

Il libro di Camus Lo straniero lo rivredremo,  anche se in edizioni diverse nel film in An education del 2009, e Vita di Pi del 2012.

La Divina Commedia, con le illustrazioni del Dorè, tornerà sullo schermo nel film Seven del 1995.

Di  Adrian Lyne avevo già inserito il film Unfaithful – L’amore infedele del 2002.

Unfaithful – L’amore infedele

Unfaithful – L’amore infedele regia di Adrian Lyne, 2002

Don’t stop the carnival di Herman Wouk
Quartine di Omar Khayyam
White Fang [Zanna bianca] di Jack London
The Joy of Cooking di Irma S. Rombauer, Marion Rombauer Becker

Il libro Don’t stop the carnival è l’unico riconoscibile nella pila di libri che Paul Martel (Olivier Martinez) sta portando a casa nella ventosa giornata dell’incontro con Connie (Diane Lane).

Quando poi lei sale a casa di Paul la indirizza a prendere un libro, (quello di Omar Khayyam) aprirlo alla pagina 23 e a leggerne i versi:

Bevete il vino, questa è la vita eterna,
questo è ciò che vi darà la giovinezza,
questa è la stagione del vino,
delle rose e degli amici ubriachi.

Siate felici di questo momento,
questo momento è la nostra vita.

Quando Connie torna la seconda volta Paul le mostra una prima edizione di White Fang [Zanna Bianca] di Jack London dicendole che l’ha pagata 1 dollaro e mezzo e il valore è 4.000 volte superiore.

Paul le farà anche vedere l’edizione in Braille di  The Joy of Cooking.