Tag Archives: 2003

Buongiorno, notte

Buongiorno, notte regia di Marco Bellocchio, 2003

La sacra famiglia di Friedrich Engels e Karl Marx
♦ Lettere di condannati a morte della Resistenza europea a cura di Piero Malvezzi e Giovanni Pirelli
La danza della collana di Grazia Deledda

Il libro “La sacra famiglia” lo vediamo cadere in terra quando al suono della sveglia Chiara (Maya Sansa), si alza frettolosamente per andare al lavoro.

Rivedremo il libro in altre scene all’interno dell’appartamento dei brigatisti.

Quando Enzo, (Paolo Briguglia), si avvicina alla scrivania dove lavora Chiara, vediamo che ha in evidenza il libro delle lettere dei condannati a morte, che vedremo anche sul comodino di Chiara.
Il libro della Deledda invece lo vediamo frettolosamente apparire sulla scrivania di Chiara mentre viene da lei catalogato.

Di Marco Belloccio era già presente il Librineifilm ‘I pugni in tasca

I libri presenti sono tutte delle new entry in Librineifilm, di Karl Marx era già apparso ‘Il Capitale’ in ‘Assassinio sul Nilo’

film segnalato da Giacomo Bencistà


 


L’appartamento spagnolo

L’appartamento spagnolo regia di Cédric Klapisch, 2003

Martine: à la Ferme di Gilbert Delahaye
Les Sept Peches Capitaux Orgueil [I sette peccati mortali L’orgoglio, o sia la duchessa] di Eugene Sue

Vediamo nella parte iniziale del film Xavier (Romain Duris), che sfoglia il libro per bambini che presenta un il mondo meraviglioso e semplice, in contrasto con la difficoltà che ci sono da affrontare nella vita. Quando Xavier lo sfoglia con la sua ragazza Martine (Audrey Tautou), lei lo definisce disgustoso per la visione deprimente della donna.

L'AppartamentoSpagnolo - 01

L'AppartamentoSpagnolo - 03

L'AppartamentoSpagnolo - 05

L'AppartamentoSpagnolo - 06

Dopo che è stato lasciato da Martine vediamo Xavier leggere il libro sull’orgoglio.

L'AppartamentoSpagnolo - 21

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

I libri elencati sono delle new entry in Librineifilm.

—————————————————————————————————————————

The Dreamers – I sognatori

The Dreamers – I sognatori regia di Bernardo Bertolucci, 2003

The Catcher in the Rye [Il giovane Holden] di J. D. Salinger
Trip to Hanoi di Susan Sontag
Isabelle di André Gide
Eléments de physiologie humaine
♦ I pensieri di Mao
di Mao Tse-tung

Il libro di Salinger, insieme a quello della Sontag appaiono quando viene inquadrata la scrivania di Matthew (Michael Pitt), e lui sta scrivendo una lettera.

TheDreamers- 06

TheDreamers- 02

TheDreamers- 04

Mentre i due incalliti cinefili Matthew e Theo (Louis Garrel), discutono sulla differenza tra due grandi protagonisti del cinema comico tra Keaton e Chaplin, Isabelle (Eva Green), ascoltando Janis Joplin legge il libro di Gide.

TheDreamers- 21

TheDreamers- 23

Vediamo poi la camera di Isabelle e fra le varie cose e i vari libri che vengono inquadrati c’è anche il libro Eléments de physiologie humaine.

TheDreamers- 34

TheDreamers- 38

TheDreamers- 37

TheDreamers- 39

Vediamo poi Theo leggere, con la luce proveniente del busto di Mao luminoso, alcuni passi da un libretto rosso:

La révolution n’est pas un dîner de gala. Elle ne se fait pas comme une oeuvre littéraire, un dessin ou une broderie. Elle ne peut peut s’accomplir avec autant d’élégance, de tranquillité et de délicatesse ou avec autant de douceur, d’amabilité, de courtoisie, de retenue et de générosité d’âme. La révolution c’est un soulèvement, un acte de violence par lequel une classe en renverse une autre

Indubbiamente si tratta dei pensieri del famoso rivoluzionario e dittatore cinese.

TheDreamers- 41

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Il libro di Salinger era già apparso nei film:

Ipotesi di complotto
Shining
Fahreneit 451
Noi siamo infinito
Controcorrente

Il libro di Mao Tse-tung era già apparso nei film:

La pecora nera

—————————————————————————————————————————

Il ladro di orchidee

Il ladro di orchidee regia di Spike Jonze, 2003

The Orchid Thief [Il ladro di orchidee] di Susan Orlean
Orchid Basics di  Brian Rittershausen
My Sister Life di Maria Flook
Story: Style, Structure, Substance, and the Principles of Screenwriting [Story. Contenuti, struttura, stile, principi per la sceneggiatura e per l’arte di scrivere storie] di Robert McKee
The native Orchids of Florida di Carlyle A. Luer
Florida Fodor’s di Fodor’s Travel Publications Inc.
The Portable Darwin di Charles Darwin

Vediamo al tavolo di un ristorante Charlie Kaufman (Nicolas Cage), con Valerie Thomas (Tilda Swinton), su come realizzare una sceneggiatura basata sul libro Il ladro di orchidee.

In una scena successiva vediamo lo studio della giornalista Susan Orlean (Meryl Streep), e possiamo notare che ha a disposizione sulla scrivania alcuni libri sulle orchidee.


Viene poi inquadrata una musicassetta sugli scritti di Darwin di un non identificato Brian O’Kelley.

Vedremo poi Charlie alle prese con il libro della Orlean mentre il suo gemello Donald legge il manuale dello sceneggiatore di Robert McKee.

Mentre Charlie continua a leggere il libro della Orlean vediamo nuovamente Susan nel suo studio con un volume sulle orchidee della Florida.

 

Il libro della Orlean continua ad essere presente sulla scena quando Charlie è in un bar per la colazione.

Quando Charlie torna a casa e si interroga sullo scrivere di un fiore vediamo i libri che costituiscono il materiale per la sua documentazione.

Continuiamo a vedere Charlie che prende in mano il libro della Orlean e legge:

.. ci sono troppe idee e cose e persone,  troppe direzioni in cui andare. Cominciavo a pensare che la ragione per cui è importante avere una passione per qualcosa è che questa riduce il mondo ad una dimensione più gestibile …

Vedremo poi Charlie che tre anni più tardi leggerà le parole finali del libro:

… la vita sembrava piena di cose che erano esattamente come l’orchidea fantasma, bellissime da immaginare e facili oggetti di invaghimento ma alquanto fantastiche, fuggevoli, irraggiungibili

Sarà poi la volta di Charlie a leggere il manuale dello sceneggiatore.


Big Fish – Le storie di una vita incredibile

Big Fish – Le storie di una vita incredibile regia di  Tim Burton, 2003

The Hero With a Thousand Faces [L’ eroe dai mille volti] di  Joseph Campbell

Quando Josephine (Marion Cotillard), entra in camera e trova Edward (Albert Finney), addormentato la vediamo riporre il libro di Campbell sul comodino.

Lo stesso libro lo rivediamo sul comodino in una scena successiva in un colloquio fra Will (Billy Crudup), e suo padre Edward.

[film segnalato da Carlo Cattaneo]


 

Goodbye Lenin

Goodbye Lenin regia di Wolfgang Becker, 2003

Sonjas Rapport di Ruth Werner
Das siebte Kreuz
[La settima croce] di Anna Seghers
Umgestaltung und neues Denken für unser Land und für die ganze Welt di Michail Gorbatschow

I figli di Christiane (Katrin Sass), Alex  (Daniel Brühl), e Ariane (Maria Simon), per evitare traumi alla madre, risvegliatasi dal coma dopo la caduta del muro, allestiscono una stanza in stile DDR.

Vediamo nella sistemazione della stanza Alex che rimette a posto alcuni libri ed è possibile riconoscere quello di Ruth Werner, quello di Anna Seghers e quello di Gorbatschow.


Bastardo dentro

Bastardo dentro regia di Patrick Alessandrin, 2003

Lord James di Sconosciuto
Golden boy di Sconosciuto

Laureata in lettere alla Sorbona, Leanor (Leonor Watling), trova impiego, presso Belle-maman (Maria Pacôme), come lettrice e quando si presen ta la prima volta l’anziana signora vuole che le sia letto e con interpretazione e sentimento  Lord James, Leanor inizia:

Kuala Lumpur le tre del mattino.
Le pale del ventilatore tentavano invano di respingere ai quattro angoli della stanza l’aria infuocata della capitale malese. Sola, in quell’albergo agli estremi del mondo, Solonge piangeva domani sarebbe iniziato un altro giorno e avrebbe cercato ancora e ancora tracce di James. Come ultimo incoraggiamento alla sua feroce volontà di ritrovare quel fantasma fuggiasco corroso dal rimorso Solonge con lingua esperta … con lingua esperta si inumidì il medio dicvaricò ampiamente le … cosce e concentrandosi … sugli attributi vigorosi del suo amato … tuffò con delizia quel sostituto di virilità nel profondo della sua femminilità …  Con l’altra mano percorreva con voluttà i seni generosi e duri che la natura le aveva prodigiosamente offerto.

In una scena successiva la lettura continua:

… I suoi capezzoli divennero duri istantaneamente quando attraverso la stoffa setosa del suo perizoma sentì la superba virilità del suo stallone Lentamente fece scovolare la mano …

Leanor legge in una scena successiva mentre l’anziana ‘intrattiene’ il suo amico:

… Il piacere montava in lei come una serie di scariche elettriche il suo corpo fu improvvisamente percorso da squassanti brividi che invasero ogni particella della sua epidermide umida. Aggrappata alle sbarre del letto capovolta dalla felicità  Peggy sentì il virile turgore, fonte dei suoi piaceri, lasciare la sua intimità per andare a spargere un fiotto caldo e latteo sul fondo dei suoi reni madidi di sudore. In un ultimo rantolo animalesco Williams ripiombò su di lei nel letto devastato …

Leanor continua con le letture:

Julie ebbe una vertigine in ricordo dello sconosciuto che l’aveva selvaggiamente e per tanto magnificamente cavalcata sulla spiaggia di Copa Cabana. Si impose allora come un’evidenza quelle nausee continue e qulla voglia di fragola …

Vediamo poi Freddy (François Levantal), mentre in carcere sta leggendo il libro Golden boy


 

La mia vita senza me

La mia vita senza me  regia di Isabel Coixet, 2003

The Cat in the Hat Comes Back di Dr. Seuss
Middlemarch: studi di provincia di George Eliot
To the Wedding [Festa di nozze] di John Berger

Don (Scott Speedman) sta leggendo alle bimbe il libro di  Dr. Seuss

… a me piace mangiare la torta nella tinozza disse il gatto. Dovresti provare qualche volta, disse ridendo mentre si sedeva. Allora io mi arrabbiai, non era il momento di scherzare e dissi vattene gattaccio …

Vedremo poi, in una lavanderia self-service un giovane, Lee (Mark Ruffalo), mentre sta leggendo un libro, libro che poi Lee metterà fra i panni di Ann (Sarah Polley).

In uno degli incontri con Lee, Ann gli chiede di leggerle qualcosa, lui le dice che sta leggendo un libro bellissimo ma triste, poi prende Festa di nozze e inizia:

… le sue capacità diminuivano una dopo l’altra e non c’erano più ne notti ne stelle, soltanto una cantina dalla quale lei non poteva uscire e dove nessun altro poteva stare. Prendeva delle medicine che la facevano sentire male ma che avrebbero fermato la morte giusto per un po. Sono spaventati io sono …